Artemide

Catálogo Architectural 2014 Página 8

Ver descripción

?D Efficacy Efficienza dell apparecchio luminoso: rapporto tra il flusso installato e la potenza assorbita misurata alla spina (che include quindi le perdite dell alimentatore). Misurata in lm/W. Efficiency Rendimento dell apparecchio luminoso: rapporto, espresso in %, tra il flusso installato e il flusso in uscita. (Si veda LOR) Ellissi di MacAdam Nei diagrammi cromatici della Cie, delle aree di forma ellittica che determinano la capacita dell occhio umano di riconoscere delle differenze di colore rispetto al centro dell ellisse. Per esempio, un ellisse di Mac Adam Step 3 significa che l occhio umano medio riesce a distinguere 3 differenti colori tra il centro ed il bordo dell ellisse. Nella realta, quindi, entro un ellisse di Mac Adam Step 3 vi sono fino a 6 colori differenti distinguibili dall occhio umano. EN 12464 Normativa che definisce caratteristiche illuminotecniche come illuminamento medio, uniformita, resa cromatica e UGR per gli ambienti interni. In questa norma si definisce anche la luminanza massima di un apparec- chio per poter essere utilizzato in ambienti con presenza di video terminali. Energia radiante Energia emessa, trasferita o ricevuta sotto forma di radiazione. Misurata in joule, j = W. s Corrente Flusso di carica elettrica (generalmente negativa) che attraversa una superficie nell unita di tempo. E una grandezza fondamentale del Sistema Internazionale e si misura in Ampere (I). Corrente costante vedi corrente, erogata da un dispositivo elettrico in grado di mantenerla ad un valore costante. Gli alimentatori a corrente costante erogano una determinata corrente entro dei limiti di tensione che possono variare da zero a un valore massimo o da un valore minimo a un valore massimo. Curva di isoilluminamento, curva isolux Luogo geometrico dei punti appartenenti ad una superficie in cui l illuminamento assume lo stesso valore. Cut off In un solido fotometrico, l angolo o gli angoli rispetto all asse principale dell apparecchio ai quali si ha una distinzione netta tra luce e buio. Dali Acronimo di Digital Adressing Lighting Interface, un protocollo che tramite un segnale trasmesso in una coppia di cavi e in grado di gestire un sistema di apparecchi luminosi. Il DALI permette di indirizzare individualmente gli apparecchi appartenenti al sistema e incorpora anche messaggi di gruppo e scene per indirizzare simultaneamente piu apparecchi, l accensione e la regolazione gruppi di lampade. Dali-SwitchDim in un alimentatore, termine che indica la com- patibilita dell alimentatore ad essere comandato tramite protocollo DALI o anche tramite funzio- ne Switch Dim in cui accensione, spegnimento e dimmerazione del carico viene effettuata con comando da semplice pulsante a tensione di rete. Dark light Apparecchio che, rispetto all asse principale dello stesso, mostra in ogni piano  C e per valori di  gamma uguali o superiori a 65? una luminanza inferiore a 3000 cd/m2. Questo valore era in origine di 1000 cd/m2, oggi innalzato a 3000 cd/m2 per la maggior parte delle applicazioni. Dialux Software di progettazione illluminotecnica. Permette di ottenere calcoli illuminotecnici di ogni tipo e relativa documentazione secondo le normative vigenti nei diversi paesi, ma anche visualizzazioni e animazioni per una resa realistica del progetto. Diaframma Elemento che modula la quantita di flusso luminoso che attraversa un sistema ottico senza che intervengano le aperture degli altri elementi. In tal caso si avrebbe il fenomeno della  vignettatura . Diagramma colorimetrico Diagramma piano in cui i punti, definiti dalle rispettive coordinate tricromatiche, rappresenta- no le cromaticita degli stimoli di colore. Diffrazione Deviazione della direzione di propagazione di una radiazione, determinata dalla sua natura ondulatoria, che si produce quando le onde sono limitate da ostacoli. Diffusione Fenomeno per il quale la ripartizione spaziale di un fascio di radiazioni cambia quando il fascio e deviato in direzioni multiple, da una superficie o da un mezzo, senza cambiamenti di frequenza nelle sue componenti monocromatiche. Dispersione La luce bianca che incide sulla faccia di un prisma, viene dispersa e fuoriesce dalla faccia opposta con le componenti spettrali separate. Cio accade poiche l indice di rifrazione di un dato materiale e funzione della lunghezza d onda e dunque colori diversi (lunghezze d onda diverse) vengono rifratti con angoli diversi. Diffusore Elemento ottico, trasparente o opaco, in grado di diffondere nello spazio circostante i raggi luminosi incidenti su di esso. Dimmerabile Aggettivo che indica la proprieta di alcuni apparecchi di illuminazione di regolare la loro luminosita. DMX DMX512, spesso abbreviato a DMX (Digital MultipleX), e un protocollo di comunicazione usato principalmente per il controllo dell illumi- nazione di scena per controllare da computer o centraline impianti di illuminazione complessi, con teste mobili o fari classici. Ogni cavo DMX512 puo trasmettere fino a 512 valori da 8 bit, tra 0 e 255, in questo modo un cavo puo controllare fino a 512 dispositivi distinti. Siccome DMX supporta solo 512 canali, ci si puo imbattere in situazioni in cui sono necessari universi DMX distinti. Per universo DMX si intende una singola linea di collegamen- to dal controller e tutti i dispositivi associati a quel cavo. La maggior parte delle console DMX recenti supportano piu di un universo DMX, ognuno dei quali deve essere cablato indipendentemente. Un cavo DMX e costituito da almeno 3 poli per la trasmissione dei segnali. Downlight Apparecchio con emissione diretta, montato generalmente nei controsoffitti in cartongesso. E utilizzato sia negli ambienti di passaggio (dove non e richiesto il controllo dell abbagliamento) che nei luoghi di lavoro (nei quali invece va garantita la conformita alla norma UNI 12464 in materia di abbagliamento diretto e verso i videoterminali). Solitamente sono installati nell ambiente secondo una griglia regolare in modo che piu apparecchi abbiano un passo costante di 1,8 x 1,8 metri o 2,4 x 2,4 metri. Due ?/1D 2 (2 Teta 1D 2) In un apparecchio a simmetria rotosimmetrica o a simmetria X-Y, il doppio dell angolo compreso tra l intensita massima e l intensita pari a meta di quella massima. E F Flood Termine anglofono per identificare, in un proiettore, un apertura 2 teta 1D 2 compresa tra 15 e 20?. Flusso luminoso Grandezza fotometrica che esprime quanta luce esce da una sorgente di luce; deriva dal flusso radiante (W) e si esprime in lumen. Fattore medio di luce diurna Rapporto espresso in percentuale tra l illumi- namento medio dell ambiente e l illuminazio- ne che si ha nelle stesse condizioni di tempo su una superficie orizzontale esterna che riceve la luce dalla volta celeste. Filtro Elemento ottico in grado di selezionare in modo totale o parziale le lunghezze d onda dello spettro di una sorgente luminosa; se la selezione e totale (taglio netto delle lunghezze entro certi valori) si dice che il filtro e  passa banda . 6_7

Página 8 / 340

  • 100% productos originales
  • Paga con tarjeta de crédito
  • Pago con PayPal
  • Pago por transferencia bancaria
  • Envíos seguros (Seguro de transporte)
  • Paga contra-reembolso
  • 2 años de garantía